Il 2013 sarà un'ottima annata

Il 2013 sarà un`ottima annata, almeno per i vini dell`Emilia Romagna. Il dato arriva dall`Assessorato regionale all`Agricoltura, che ha fatto un primo punto sull`andamento dell`annata agraria 2012. Insieme al vino, bene anche i cereali, con l`eccezione importante del mais. La frutta tiene, ma solo grazie al buon andamento dei prezzi che ha permesso di recuperare le pesanti perdite produttive. Positivi anche gli andamento per pollame e conigli.

Tornando al nettare che più ci interessa, in un`annata fortemente condizionata dalla siccità estiva, grazie a una ripresa dei prezzi il valore complessivo delle produzioni conferma sostanzialmente i dati del 2011, con una produzione lorda vendibile di 4.326 milioni di euro (+0,3%). "
Nonostante terremoto e siccità, il settore tiene e contribuisce in maniera determinante all`andamento della industria alimentare ed agroindustriale e quindi a mitigare gli effetti generali della crisi recessiva in regione - ha detto l`assessore regionale all`agricoltura Tiberio Rabboni - questo purtroppo non si traduce in una tenuta dei redditi agricoli che invece subiscono una riduzione a causa dei maggiori consumi irrigui e dell`aumento degli altri costi intermedi".

Si preannuncia invece decisamente positiva l`annata per il vino emiliano-romagnolo, con una produzione lorda vendibile che sfiora il +38% a fronte di una leggera contrazione delle quantità, compensata però ampiamente del buon andamento qualitativo.