Biglie: vincono Culatello di Zibello e Vitellone Bianco

Lido di Savio - Un giovanissimo di Rimini con la biglia del Culatello di Zibello (sezione individuale) e il Bagno Delfino di Marina Romea col Vitellone bianco dell’Appennino Centrale (sezione stabilimenti balneari): sono loro i vincitori del Torneo Internazionale di Biglie da spiaggia, della rassegna “Emilia-Romagna è Un Mare di Sapori”, promossa dall’assessorato all’Agricoltura della regione. Un Torneo che ha conosciuto l’epilogo nei giorni scorsi nel Bagno L’Amarissimo di Lido di Savio, dopo avere fatto tappa in ben 70 bagni, dal ferrarese al riminese. Il tutto con 33 protagonisti assoluti delle competizioni, i prodotti DOP e IGP dell’Emilia Romagna, sia nella sezione individuale sia in quella degli stabilimenti balneari. Ricchi i premi, messi a disposizione dai Consorzi del Prosciutto di Modena, del Parmigiano-Reggiano, della Mortadella Bologna, dei Salumi Piacentini e dell’enoteca regionale.
Per quanto riguarda il Torneo individuale nel gradino più alto è salito Lorenzo Tomadini (10 anni) di Torre Pedrera con la biglia del Culatello di Zibello, vincendo una medaglia d’oro, un Prosciutto di Modena e una bottiglia di vino. Nella piazza d’onore Sauro Donni (48 anni) di Prato con il Fungo Borgotaro, conquistando una medaglia d’argento, un ottavo di Parmigiano-Reggiano e una bottiglia di vino. Al terzo posto, Oscar Pezzi (10 anni) di Cesena con la biglia di Pellegrino Artusi, vincendo la medaglia di bronzo, 1,5 kg di Mortadella Bologna e una bottiglia di vino.

Per quanto riguarda il Torneo degli Stabilimenti Balneari, primo posto per Stefano Versari (35 anni) di Ravenna che ha portato alla vittoria il Bagno Delfino di Marina Romea con la biglia del Vitellone bianco dell’Appennino centrale. Al secondo posto, Roberto Rambaldi (43 anni) di Ferrara che ha portato alla vittoria il Bagno Gallanti di Lido di Pomposa con la biglia del Parmigiano-Reggiano. Al terzo posto, Andrea Soli (15 anni) di Bologna che ha portato alla vittoria il Bagno 007 di Lido Adriano con la biglia del Prosciutto di Parma. A tutti loro sono stati consegnati un Salame Piacentino, una Coppa Piacentina, una bottiglia di vino e la prestigiosa coppa da esporre negli stabilimenti balneari.


pubblicato il 18.08.2011