TramontoDiVino: a Milano Marittima il Premio Metodo Classico

Saranno oltre 55 gli spumanti emiliano-romagnoli che parteciperanno alla terza edizione del prestigioso Premio Metodo Classico in scena lunedì 25 luglio nella frizzante Milano Marittima.  L’occasione ghiotta per deliziare naso e palato con le migliori bollicine regionali è la prima tappa di Tramonto DiVino, il road show del gusto che propone il magico matrimonio trai i vini e i prodotti Dop e Igp regionali.

Tramonto DiVino, insieme all’Associazione Italiana Sommelier,  ha selezionato i migliori spumanti ‘Metodo Classico’ dell’Emilia-Romagna quest’anno suddivisi in tre sezioni: Spumanti Metodo Classico; Spumanti Metodo Classico Rosé e Rossi; Spumanti Metodo Ancestrale.

E sarà sempre la centrale via Gramsci ad avere in degustazione in prima regionale i 123 vini dell’Emilia Romagna che hanno ricevuto l’eccellenza (massimo punteggio) nella guida dei sommelier Ais fresca di stampa “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare” (PrimaPagina editore). In degustazione centinaia di etichette regionali spaziando dai Sangiovese, Albana, Trebbiano e Pagadebit di Romagna, agli emiliani Lambruschi freschi e frizzanti, ai vini ferraresi delle sabbie, ai Pignoletto dei Colli bolognesi, alle Malvasie parmensi, fino ai Gutturnio e Ortrugo piacentini.

A duettare coi vini, i prodotti Dop e Igp della via del gusto e i prodotti delle Strade dei Vini di Romagna. In degustazione Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e Modena, Salumi Piacentini, Mortadella e Patata di Bologna, la Piadina Romagnola, gli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Regio Emilia, l’Aceto Balsamico di Modena, l’olio extravergine di Brisighella.

Una giornata che fa di Milano Marittima la “capitale” regionale dei vini regionali, premiando alle 17.00 al Palace Hotel i produttori delle 123 cantine da Piacenza a Rimini che riceveranno il certificato di “eccellenza” direttamente dall’Assessore Regionale all’Agricoltura dell’Emilia Romagna, Simona Caselli.

Per operare una corretta selezione dei partecipanti all’evento, indirizzando a una degustazione e a un consumo consapevole dei vini e dei prodotti gastronomici regionali, è previsto un ticket d’ingresso fissato a 15 euro. Il ticket, secondo una collaudata prassi, prevede la consegna ai partecipanti della Guida “Emilia Romagna da bere e da mangiare”, un calice per le degustazioni con marsupio e un carnet di assaggi per i vini e i prodotti della gastronomia.