Sapore cresce... all'estero

Rimini – SAPORE 2012 si conferma piazza di incontri d’affari per le aziende, il trade e tutte le forme di ristorazione ‘fuori casa’. Si è chiusa l’edizione 2012 e si è confermato il ruolo che l’esposizione riminese ha conquistato: è l’unico grande appuntamento che anticipa e soddisfa la dinamica e variegata domanda dei consumi alimentari extradomestici.
A SAPORE 2012 sono intervenuti 77.109 (-3% sul 2011) visitatori professionali. Oltre alla conferma dei numeri generali, c’è fra gli operatori la grande soddisfazione per il risultato dei visitatori esteri, cresciuti del 7% sul 2011, con quasi 5.000 business meeting organizzati dal market place di Rimini Fiera, oltre alle aspettative della vigilia.
Sul fronte dell’internazionalità, il progetto Top Buyer dai cinque continenti ha garantito importanti volumi di affari tra le aziende italiane del food&beverage, creando ulteriori opportunità di esportazione del made in Italy verso Medio ed Estremo Oriente, i Paesi del Mediterraneo ed Europa, con incrementi rilevanti anche verso la Russia.
“SAPORE – commenta Lorenzo Cagnoni, presidente di Rimini Fiera – conferma la sua aderenza alle necessità del mercato, sempre innovativo e dinamico. SAPORE è il punto di riferimento per il business delle aziende e degli operatori dell’alimentare extradomestico. Parliamo di un settore che vale un fatturato di oltre 70 miliardi di euro”.



pubblicato il 01.03.2012