Arriva la prima Sangria in brik

Forlì - Chi non ha mai sognato di avere a disposizione una sangria già pronta, senza l’impazzimento della miscelazione e delle giuste dosi, e a un prezzo contenuto? In tanti, soprattutto nei periodi caldi. Ora, a tutto ciò c’è una risposta. Fa il suo esordio in Italia la prima Sangria in brik, pratica nel formato (1 litro), confezione ecologica che protegge il prodotto dalla luce e dall’ossidazione, acquistabile nei supermercati di tutta la penisola, accessibile nel costo (quello consigliato è di 2 euro). ‘Senorita’, questo il nome, è una bevanda aromatizzata a base di vino, che si può apprezzare tra amici nelle occasioni di festa o tutti i giorni come aperitivo. E’ composta per il 60% da vino rosso a cui è stata aggiunta acqua, zucchero, estratti di cannella e frutta naturale ed ha un contenuto alcolico pari al 7 per cento.
A produrla è la Due Tigli di Forlì del Gruppo Cevico, una delle realtà imprenditoriali più importanti nel panorama enologico italiano. La Due Tigli è conosciuta per i marchi Cantine Ronco e Sancrispino, il vino in brik della linea venduta nei supermercati, che ha recentemente realizzato una nuova immagine televisiva sulle reti nazionali, attraverso uno spot emozionale che ha visto ‘attori per un giorno’ proprio i viticoltori soci del Gruppo Cevico. Ora questa nuova scommessa.
“Da uno studio fatto sul consumo della Sangria a livello internazionale – afferma Paolo Galassi, Amministratore delegato di Due Tigli – abbiamo visto che il mercato in Italia è intorno a 1 milione di litri venduti e può avere importanti spazi di crescita. Nel nostro paese viene venduta quasi esclusivamente sangria importata dalla Spagna, prevalentemente in bottiglia di vetro o di plastica. Come Due Tigli abbiamo così lanciato Señorita, la nostra Sangria in brik, pratica, con un gusto fresco e profumato, internazionale, un prodotto che può avere un particolare appeal anche verso i giovani, sempre alla ricerca di nuove proposte appassionanti, da utilizzare in ogni occasione di incontro con amici e come aperitivo.”


pubblicato il 18.05.2011