Il Sangiovese ha il suo romanzo: quello di Zanfi

Un viaggio tra i molteplici terroir del Sangiovese, realizzato con l’intreccio di più linguaggi comunicativi: dalla scrittura al cinema, dalla fotografia alla rete ai Qr-code. È “Il Romanzo del Sangiovese” (Salvietti e Barabuffi Editore), ultimo lavoro dello scrittore toscano Andrea Zanfi, un’opera realizzata grazie all’adesione di 65 aziende toscane ed emiliane che producono Sangiovese.
Per la prima volta in un libro che parla di vini, vengono abbandonati i tecnicismi formali della materia per lasciare spazio a una letteratura schietta e sincera, dove attraverso la bellezza di un’immagine o l’emozione di un fotogramma, viene trasmessa l’essenza di questo vitigno e tutto ciò che rappresenta per coloro che ci lavorano quotidianamente. Nelle pagine del libro il Sangiovese diventa il protagonista assoluto che, nel suo viaggio attraverso i molteplici
terroir in cui si coltiva, dialoga in prima persona con coloro che attraverso la loro cultura, il loro sapere e la dedizione, hanno creduto nelle sue potenzialità, facendolo diventare uno dei vitigni italiani più apprezzati al mondo.
Queste le quindici aziende romagnole presenti nel romanzo: Cà Di Sopra
Brisighella, Podere La Berta Brisighella, Villa Liverzano Brisighella, Trerè Faenza, Caviro Faenza, Ancarani Faenza, Drei Dona` Forlì, Fattoria Casetto Dei Mandorli Predappio, Conde` Predappio, Tenuta Santa Lucia Mercato Saraceno, Tenuta Casali Mercato Saraceno, Tre Monti Imola,  Cà Lunga Imola, Palazzona Di Maggio Ozzano Emilia, San Patrignano Coriano Rimini.