Il Consorzio Appennino consegna il Premio Giove

Classe 1994, Ucraina di nascita bolognese d’adozione, segni particolari: una grande passione per il violino. Passione che è anche talento, per Anastasiya Petryshak, vincitrice della seconda edizione del Premio Giove, il concorso nazionale istituito Consorzio Appennino Romagnolo nell’ambito della XVI° Rassegna Migliori Diplomati dei Conservatori d`Italia. Una rassegna di prestigio, gestita per il Comune termale dall`Associazione `Castrocaro Classica`, con il patrocinio del dicastero Alta Formazione Musicale del Ministero dell`Istruzione e Università (MIUR), che ha visto confluire in Romagna i giovani talenti musicali da tutta Italia. E in questo contesto si è distinta la giovane violinista che si è aggiudicata il riconoscimento tributato dal voto del pubblico, appunto il Premio Giove. La consegna del Premio avverrà sabato 29 settembre alle ore 20,30 presso il Padiglione delle Feste delle Terme di Castrocaro (Viale Marconi), in occasione del Concerto di gala dei vincitori della XVI° rassegna dei migliori diplomati dei conservatori d’Italia.

Perchè il Premio. Promosso dal Consorzio Appennino Romagnolo, che riunisce una quarantina di cantine dal riminese all’imolese, è un omaggio al ‘Giove’ il vino che è stato definito rivoluzionario in quanto risultato dell’apporto di tutti i viticoltori consorziati. E così come questo Sangiovese è un ‘blend’ di esperienze, lo stesso vuole essere questo riconoscimento che valorizza il talento di giovani musicisti sparsi per tutta la penisola. A testimonianza di questo, il vincitore della scorsa edizione, proveniente dalla provincia di Foggia, il violinista Ferdinando Trematore.