Va a Paolo Teverini il premio 'Profeta in patria' 2015

Cesena – Il grande chef Paolo Teverini è il ‘Profeta in patria’ 2015 del Romagna Wine Festival. Il riconoscimento per una carriera ai fornelli che lo ha visto tra i protagonisti della gastronomia in Italia gli verrà consegnato sabato 7 marzo nella Biblioteca Malatestiana. Teverini, patron del ristorante Tosco Romagnolo di Bagno di Romagna, riceve il testimone da Elsa Mazzolini, direttore della rivista ‘La Madia’ e da Gianluca Semprini giornalista di Sky, vincitori delle edizioni precedenti.

“Grande gentleman dal carattere amabile, ha attraversato una carriera fatta di successi e conferme con la leggerezza apparente di chi sa dominare mode e tendenze – scrive Elsa Mazzolini nel suo volume ‘Grandi chef piccoli prezzi’ – I sapori della memoria rimangono nella carta di Teverini perché lui è convinto che chi viene da fuori regione per conoscere la cucina classica tosco-romagnola deve poter trovare i passatelli, i cappelletti, i tortelli di patata alla piastra, accanto a piatti di nuova concezione”.

Il tributo gli sarà consegnato al termine del convegno ‘Il contadino manager nel labirinto della comunicazione: dalla carta alla rete, vino fra opportunità e disorientamento nell’era del 2.0’, in programma alla Malatestiana a partire dalle 15,30, che vedrà la partecipazione di alcuni protagonisti della comunicazione del vino da tutta la Penisola.

La giornata di sabato proseguirà alle 18,00 al Palazzo del Ridotto con banchi d’assaggio di oltre 200 etichette romagnole e toscane presentate dai professionisti della mescita dell’Associazione Italiana Sommelier (Ais). Tutti i vini, tra cui Chianti Docg e Nobile di Montepulciano Docg, saranno abbinati a prodotti e tipicità gastronomiche a cura dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Forlimpopoli. All’evento saranno presenti guest star a sorpresa da vari terroir italiani, fra cui la cantina pugliese Tormaresca, i vini bio dell’azienda Agrobiologica San Giovanni di Offida, e i rossi umbri della Cantina Novelli (Ingresso 15 euro con calice da degustazione, assaggi liberi di vino e piattini in abbinamento).

Tutto questo al Romagna Wine Festival (Cesena 6-8 marzo), tre giorni di assaggi, degustazioni, convegni, confronti fra produttori, giornalisti e blogger, show cooking, food market per le vie del centro storico, visite guidate, pillole di analisi sensoriale, racconti di vino e l’attesa disfida tra le il Romagna Sangiovese e i grandi Sangiovese dei terroir toscani (domenica 8 marzo).