Nasce la nuova Doc Romagna

Apprezzamento da parte di Confcooperative per le decisioni adottate dal Comitato Nazionale Vini D.O. in merito ai vini delle regioni Veneto, Emilia Romagna, Marche, Calabria, Puglia, Piemonte, Liguria, Sardegna.
Tra queste l`approvazione della nuova
‘Doc Romagna’ dell’Emilia Romagna, territorio che, tra l’altro, ha ottenuto la modifica della Docg Albana di Romagna.

Per il Veneto il Comitato ha approvato all`unanimità il riconoscimento di tre nuove  Docg: la ‘Colli di Conegliano’, la ‘Montello Rosso’ o ‘Rosso del Montello’ e la  ‘Friularo di Bagnoli’. Con questi nuovi riconoscimenti salgono a 14 le Docg del Veneto, che di fatto risulta tra le regioni italiane con il maggior numero di vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita.

Tra le altre Doc modificate in seno al Comitato figurano poi la Doc Montello e Colli Asolani , la Doc Bagnoli di Sopra o Bagnoli (Veneto); la Doc Bianchello del Metauro (Marche); la Doc Lamezia (Calabria); la Doc Barletta (Puglia); la Doc Coste della Sesia e la Doc Colline Novaresi (Piemonte); la Doc Riviera Ligure di Ponente (Liguria). Il Comitato Vini D.O., ha  inoltre modificato all`unanimità la Doc Vermentino di Sardegna mentre, su richiesta del rappresentante della Regione, ha rinviato ad altra data l`esame della modifica della Igt "Isola dei Nuraghi" a causa mancato accordo nella Filiera Regionale.

Importante risultato, infine, è stato ottenuto dalla Regione Calabria e dall’intera Provincia di Cosenza per l’approvazione, all’unanimità, del riconoscimento del Disciplinare della Doc Terre di Cosenza con annesse sottozone.