Il neo Tre Stelle Massimo Bottura a Enologica

Faenza - Prima uscita pubblica del neo tre stelle Michelin, Massimo Bottura. Il celebre chef modenese dell’Osteria Francescana sarà a Enologica a Faenza (Ra) sabato 19 novembre 2011 alle 16,00 nel “Teatro dei Cuochi”, per deliziare il pubblico con una lezione di cucina.
I cancelli del Salone del vino e del prodotti tipico, invece, si apriranno dalle 11,00 (fino alle 22,00), con il taglio del nastro dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna Tiberio Rabboni, in programma alle 12,00. All’inaugurazione saranno presenti il Presidente della Provincia di Ravenna Claudio Casadio, il Sindaco del Comune di Faenza Giovanni Malpezzi, il Presidente Consorzio Vini di Romagna Giordano Zinzani, il Presidente di Faenza Fiere Francesco Carugati, il Curatore di Enologica Giorgio Melandri. Alle 12,45 Marco Venturelli, direttore di Confcooperative Emilia Romagna, consegnerà all’assessore Rabboni un paniere di prodotti della regione a testimonianza della qualità che la filiera cooperativa oggi sa esprimere. Lo stesso paniere, firmato col marchio “Qui Da Noi” e ideato da Confcooperative, sarà consegnato a tutti i cuochi del “Teatro dei Cuochi”.

E sarà proprio il “Teatro dei Cuochi” il clou della seconda giornata di Enologica, con la presenza di grandi firme della cucina italiana, presentate da Matteo Tambini. Si comincia alle ore 13,00 con Andrea Incerti Vezzani, cuoco stellato Michelin del Ristorante Ca’ Matilde di Quattro Castella (Reggio Emilia), per poi proseguire alle 16,00 con Massimo Bottura del Ristorante Osteria Francescana di Modena. Alle 17,30 l’appuntamento è con un altro modenese, Luca Marchini, chef del Ristorante l’Erba del Re, vincitore del Premio Enologica 2010. Alle 19,00 è la volta di Maria Grazia Soncini, del Ristorante La Capanna di Codigoro (Ferrara). A chiudere la giornata alle 20,30, Giuliano Pediconi, Maestro Panificatore, esperto del sapore del pane di una volta.

Lo spazio culturale del “Caravanserraglio” si apre alle 14,00 con la proiezione di “George Cogny. La leggenda del cuoco venuto dallo spazio”: a discuterne il regista Francesco Barbieri e Andrea Canepari. Alle 15,30 l’incontro dal titolo “La via Emilia, una storia frizzante” insieme a Camillo Donati, Vittorio Graziano, Alberto Paltrinieri ed Erica Tagliavini (“Le Barbaterre”), in conversazione con Ian D’Agata. Alle 17,00 è la volta del film-documentario “Senza trucco, le donne del vino naturale”: partecipano al dibattito Guido Tampieri, la regista Giulia Graglia e il produttore Marco Fiumara. Sul tema “La tavola che verrà”, incontro alle ore 18,30 con Andrea Grignaffini, giornalista e direttore di Spirito di Vino, e Alessandro Bocchetti, autore di “Scatti di Gusto”. La ricca giornata di sabato al “Caravanserraglio” si chiude con un’anteprima: Anna Morelli presenta il suo nuovo e originale progetto editoriale: “Cook inc…la sfida continua” (ore 20,30, conduce di Antonio Boco).

Negli abbinamenti irriverenti di “Toccata e fuga”, alle 12,30 “Una questione di mestiere”, insieme a Piero Montali e i figli Stefano e Raffaele, esperti artigiani del pregiato Prosciutto di Parma che per l’occasione sarà accompagnato dal Lambrusco di Sorbara Radice 2010 di Paltrinieri. Alle 17,00 Remo Camurani della Trattoria di Strada Casale guiderà alla riscoperta del “Cappone in galantina. Un classico dimenticato”, ricetta numero 366 di Pellegrino Artusi. Il pomeriggio prosegue con “Do you remember Aringa?” (ore 18,30), uno dei primi cibi globali di cui si ripercorrerà la storia e si apprezzerà il gusto grazie all’accompagnamento con la malvasia Ageno de La Stoppa. L’ultimo abbinamento della giornata vede come protagonisti il Sangiovese Pertinello 2008 della Tenuta Pertinello insieme alla carne di vacca romagnola dell’allevatore Luigi Martini: “Allevatore, con passione”, ore 20,00.

Infine le degustazioni di “Are you experienced?”, quest’anno tutte dedicate al Sangiovese. A inaugurare il pomeriggio alle ore 16,00 Federico Giuntini con la sua “Selvapiana, sangiovese di confine”, insieme al relatore Armando Castagno. Alle ore 17,00 Dario Cappelloni del Gambero Rosso sarà relatore di “Sean O’Callaghan, very traditional wines”. Si prosegue alle ore 18,00, grazie all’esperta guida di Franco e Marco Bernabei, con “Il sangiovese, un’arte di famiglia”, relatore Giuseppe Carrus. Alle 19,00 si parlano “Tutte le lingue del sangiovese”: un viaggio attraverso i vini del grande enologo Fabrizio Moltard, con relatore Giampaolo Gravina. Alle ore 20,00 insieme a Laura Bianchi e Antonio Boco l’ultima, particolarissima degustazione della giornata accompagnerà i presenti attraverso la storia del “Castello di Monsanto”
Info
:
www.enologica.org