I migliori vini dell'Emilia Romagna premiati a Bologna

Le migliori etichette regionali si incontrano con le eccellenze gastronomiche del territorio in un pomeriggio di degustazioni a bordo pista all’Ippodromo del’Arcoveggio di Bologna. L’appuntamento con la grande enologia dell’Emilia Romagna è per domenica 26 settembre in concomitanza con il Gran premio Continentale, l’evento più atteso dell’ippica bolognese.

Il pomeriggio di corse sarà l’occasione per degustare i vini del territorio romagnolo ed emiliano selezionati dalla Guida Emilia Romagna da Bere e da Mangiare
, realizzata da Prima Pagina Editore insieme ad Ais Emilia Romagna.

In un’ideale Via del Vino allestita a bordo pista si potranno degustare con l’aiuto dei sommelier di Ais centinaia di etichette proposte da una ricca selezione di cantine di tutta l’Emilia Romagna, mentre in una golosa Via dl Gusto consentirà inoltre di abbinare i vini alle eccellenze regionali come il prosciutto di Parma, i salumi piacentini, il parmigiano reggiano con gli aceti balsamici tradizionali, la mortadella di Bologna, le pere igp dell’Emilia Romagna e il pane artigianale della tradizione.

Le degustazioni aperte al pubblico del pomeriggio saranno precedute in mattinata da una cerimonia d’eccezione dedicata ai produttori di vino dell’Emilia Romagna.
Nella prestigiosa Club house dell’Ippodromo a partire dalle ore 11 verranno laureati i vini top promossi come eccellenze del territorio dalla guida Ais Emilia Romagna da Bere e da Mangiare. Si tratta di 85 etichette che hanno guadagnato i massimi punteggi nella classifica stilata per la guida dai sommelier degustatori Ais. La cerimonia a cui parteciperà l’Assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni è dedicata ai produttori alla stampa e alle autorità.

85
i vini che sono stati laureati come eccellenze del territorio, 39 in Emilia e 46 in Romagna. I vini “eccellenti” presenti nell’edizione 2010-2011 di “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare” sono 10 nel Piacentino, 4 nel Parmense, 7 nel Reggiano, 4 nel Modenese, 14 nel Bolognese, 6 nell’Imolese, 8 nel Faentino, 1 nel Ravennate, 17 nel Forlivese, 8 nel Cesenate, 6 nel Riminese.