“Mafie in pentola” in tour per l’Italia

Reggio Emilia - Prosegue la circuitazione di "Mafie in pentola - Libera Terra, il sapore di una sfida", un racconto/spettacolo di teatro civile-gastronomico basato sui prodotti e sull’esperienza di Libera Terra, interpretato da Tiziana Di Masi. Venerdì 4 marzo a Reggio Emilia, teatro San Prospero (ore 09.00), va in scena un matinée per le scuole, organizzato da Lega Coop Reggio Emilia.
Sabato 5 marzo alle 12.00 a Palermo, al centro commerciale Pio La Torre, Tiziana Di Masi sarà protagonista di una performance organizzata in vista del tour di aprile in Sicilia per il decennale della cooperativa Placido Rizzotto, nel corso della quale interpreterà alcuni episodi (la pasta e il vino) dello spettacolo. Sabato 26 marzo a Catania, centro commerciale Katanè, si replicherà l’evento. Entrambi i momenti sono realizzati con il contributo dell’Associazione Siciliana Consumo Consapevole.
Lunedì 21 marzo a Bologna, in piazza Maggiore (ore 12), nell`ambito delle iniziative per celebrare la XVIª giornata della memoria e dell`impegno per le vittime delle mafie, lo spettacolo andrà in scena come attività di formazione per le scuole. Venerdì 25 marzo è ancora Bologna a ospitare "Mafie in pentola": appuntamento per le ore 21 al teatro Dom la cupola del Pilastro, organizzazione Coop Adriatica.  Mercoledì 30 marzo si torna in Friuli: dopo il successo raccolto a Udine in dicembre, sarà la volta di Pordenone (ore 21, ridotto del Teatro Verdi, organizzazione Coop Nordest).
Giovedì 31 marzo ci si sposta in Veneto Orientale. "Mafie in pentola" sarà in scena a Portogruaro (Ve), ore 21, teatro Russolo, organizzazione Coop Nordest. Sabato 9 aprile è la città di Chioggia, provincia di Venezia, a ospitare una nuova data dello spettacolo (location da definire). Poi, dal 13 al 17 di aprile, trasferimento in Sicilia dove si terrà una mini-tournée tra Palermo e Catania. Mercoledì 13 aprile alle 9.00, un matinée per le scuole al teatro comunale di Nicolosi (Ct). Venerdì 15 aprile a Catania, ore 21, lo spettacolo verrà rappresentato al centro culture contemporanee Zo.


pubblicato il 03.03.2011