Gualtieri, il lambrusco diventa eccellenza

Convince sommelier ed enologi e in cinque giorni si consacra top wine dell`Emilia Romagna. Il Ligabue Class 2012 della Cantina Sociale di Gualtieri (Reggio Emilia) non sembra il "solito" lambrusco: già nel nome nasconde un destino vincente, riempiendo il bicchiere se ne ha la certezza replica panerai.

Lambrusco Reggiano Doc 2012 in grado di unire il grande carattere dei vini di questa terra a un’insolita raffinatezza e ricercatezza di profumi e sapori, il Ligabue Class è stato selezionato tra i top wines della guida Emilia Romagna da Bere 2013/2014 dell’Associazione Italiana Sommelier. Se tra gli oltre mille vini giudicati da sommelier professionisti in degustazioni alla cieca solo sei lambruschi sono stati giudicati meritori del massimo riconoscimento, c`è da chiedersi quali siano stati i punti di forza in grado di emergere tra centinaia di etichette. Presto detto: il lambrusco della Cantina Sociale di Gualtieri ha “catturato per intensità e raffinatezza” dei profumi e convinto per la sua “grande bevibilità e un allungo fresco piacevolissimo per un sorso saporito”, come è specificato nelle motivazioni del premio.

È la prima volta che la Cantina di Gualtieri ottiene il massimo riconoscimento nella guida di Ais Emilia e Romagna. “Siamo particolarmente contenti di questo risultato – ha affermato il presidente della Cantina Sociale di Gualtieri Angelo Bigi – che premia l’impegnativo percorso sulla qualità che stiamo portando avanti da tempo per valorizzare le potenzialità del nostro territorio e portare al tempo stesso sul mercato vini di pregio a un prezzo competitivo”.

Per il Ligabue Class 2012 l’entrata nel gotha dei vini dell’Emilia Romagna arriva a soli pochi giorni di distanza da un altro importante riconoscimento da parte di Assoenologi: la premiazione tra le migliori etichette del Concorso enologico “Matilde di Canossa Terre di Lambrusco”, competizione organizzata dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia, con il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, tra oltre 200 vini provenienti dai territori di produzione del vino italiano maggiormente venduto nel mondo: Reggio Emilia, Modena, Parma e Mantova.

E` nata una stella – Nomen omen per il Reggiano Doc Lambrusco Ligabue Class (lambrusco salamino, lambrusco maestri e lambrusco nostrano, varietà autoctona): nel nome infatti è già scritto il suo destino. Dedicato al pittore di casa Antonio Ligabue (Zurigo, 18 dicembre 1899 – Gualtieri, 27 maggio 1965), il cui celebre dipinto “Tigre reale” è riportato in etichetta, il Ligabue Class 2012 condivide con il “Van Gogh emiliano” la stessa verve sorprendente e audace. Ha colore rubino orlato di porpora e spuma incipiente. Profuma di macedonia di ribes e fragoline su una piacevole scia mentolata. Al palato ha corpo, equilibrio ed armonia e ripropone i sapori percepiti al naso in un allungo fresco. Ideale da servire a 14-16° in abbinamento a primi piatti di pasta ripiena, coniglio arrosto con patate, anatra all’arancia. Prezzo: 4,50 euro nel punto vendita aziendale.

La Cantina Sociale di Gualtieri, sorta nel 1958, è diventata negli anni una realtà molto radicata sul territorio. Oggi conta 220 soci e una ventina di lavoratori, i suoi vigneti si estendono per 420 ettari in una quindicina di Comuni lungo i confini delle province di Reggio Emilia, Parma e Mantova. Produce ogni anno oltre 3 milioni di bottiglie vendute in Italia e all’estero nelle stesse proporzioni e suddivise tra più di venti etichette diversificate per il canale Ho.Re.Ca. e per la grande distribuzione organizzata. Nel 2012 le vendite hanno registrato un aumento complessivo dell’8%: costante il volume di vendite sul mercato nazionale (circa il 50%), mentre è in crescita il numero di bottiglie destinate all’estero (Francia, Germania, Spagna, America e Asia).