Il Gruppo Cevico scommette sull’auto ad alcol

Faenza - Un’automobile alimentata ad alcol? Non è un’utopia. La scommessa arriva dai giovani studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Tecnica Industriale e Professionale “L.Bucci” di Faenza e dal Gruppo Cevico, insieme per la sostenibilità ambientale. L’iniziativa fa parte del progetto “Mobilità sostenibile: prove motori alimentati a bio-alcol”, che vedrà competere giovani da tutta Europa, sostenuta in Romagna dal Gruppo Cevico nell’ambito della propria iniziativa “Scuola è futuro”.
Nel concreto, la competizione si basa sulla realizzazione di un veicolo in grado di percorrere il maggior numero di chilometri con un litro di Etanolo E100 (alcol). A questo proposito il team di giovani studenti di Faenza ha realizzato un nuovo modello, "Spirit-Clipper", che si confronterà con altri provenienti dagli istituti tecnici/professionali e dalle università di tutta Europa, in Germania dal 26 al 28 maggio.
La presentazione del veicolo insieme ai giovani studenti avverrà nel corso di un incontro pubblico in programma sabato 2 aprile prossimo alle ore 11.00 presso l’Aula Magna dell’Istituto a Faenza (Via Nuova n. 45).
Il Gruppo Cevico, è un consorzio che raggruppa, tra l’altro, le cantine “Le Romagnole” e “Cantina dei Colli Romagnoli”, ha avviato un progetto decennale denominato “Scuola è futuro” per dotare le scuole dei Comuni nei quali opera, di laboratori informatici, linguistici o sperimentali per aiutare la formazione dei giovani nella convinzione che la qualità della cultura di un territorio è condizione necessaria al suo sviluppo futuro.
“Vorrei evidenziare la sensibilità dei nostri agricoltori – commenta la Presidente del Gruppo Cevico, Ruenza Santandrea - che hanno dato l’assenso a questo progetto investendo sulle generazioni future.  Le aziende vivono nel territorio nel quale operano e questo è valido per tutte le aziende ma ancora di più per le nostre cooperative che hanno un preciso mandato dai loro soci e non delocalizzano all’estero per maggiori guadagni, ma sono fortemente impegnate a valorizzare i prodotti del territorio. Nel dna della nostra cooperativa c’è la trasmissibilità del capitale alle generazioni successive, perciò sentiamo il dovere sociale di cooperare alla loro crescita.”
Alla presentazione di sabato 2 aprile saranno presenti il Sindaco Comune di Faenza Giovanni Malpezzi, il Provveditore agli Studi Provincia di Ravenna Dott.ssa Maria Luisa Martinez, l’Assessore all’Istruzione Prov. di Ravenna Nadia Simoni, l’Assessore all’Istruzione Comune di Faenza, il Presidente Legacoop Ravenna Giovanni Monti, il Responsabile Settore agricolo Legacoop Ravenna Stefano Patrizi. Seguirà un aperitivo per gli intervenuti.

pubblicato il 30.03.2011