Forlimpopoli città Artusiana: firma a tre

Forlimpopoli - L’unione fa la forza e cosi Casa Artusi, l’Associazione delle Mariette e l’Amministrazione Forlimpopoli, che ha dato impulso alla nascita di entrambe le prestigiose realtà forlimpopolesi, hanno rinnovato un accordo di collaborazione e di condivisione  del progetto fondante Forlimpopoli Città Artusiana: la valorizzazione della cucina di casa e delle buone pratiche domestiche.

La Città natale del padre della cucina italiana, nel grande oceano che è oggi la gastronomia, ha scelto sin dall’inizio la propria diversità e caratteristica: la salvaguardia di quella cucina degli affetti che rappresenta la vera identità gastronomica.
D’altronde Artusi non era chef, ma letterato di buone letture, filologo e appassionato della cucina e dei prodotti di ogni territorio quando oggi grandi chef e prestigiosi  cucinieri sono sempre più indaffarati a ripensare in chiave moderna la cucina della mamma e della nonna, fino a conversioni eccellenti che si manifestano in tante pubblicazioni, anche se, citando un recente corsivo apparso su quotidiano nazionale “la scrittura è quasi sempre puramente tecnica, descrittiva. Pellegrino Artusi, che era un letterato colto, appare insuperabile”.

Il protocollo valido per tre anni, sottoscritto dal Sindaco Paolo Zoffoli, dal Presidente di Casa Artusi, Giordano Conti e dalla Presidente dell’Associazione delle Mariette, Verdiana Gordini, precisa, ciascuno nel proprio campo, la progettualità  finalizzata a promuovere la cucina domestica nel mondo e la collaborazione che si concretizza con attività di ricerca, attività didattica come i corsi di cucina di Casa Artusi in collaborazione con le Mariette tutor e attività culturali come le Domeniche delle Mariette e le varie iniziative  volte a conoscere prodotti e cucina dei vari territori.wholesale replica jewelry
Un’azione importante e appassionata che si fa onore da anni in tante regioni, tanto da sollecitare: Mariette del mondo unitevi.