Faenza, sono dodici le cantine eccellenti

Faenza - L’enologia faentina mette a segno la dozzina. L’attestazione arriva dall’edizione 2015/2016 di ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’, guida ai vini alle cantine e ai cibi del territorio, realizzata da PrimaPagina Editore insieme alle Associazioni dei Sommelier Ais territoriali. Secondo il responso dei sommelier che hanno degustato alla cieca i vini del territorio faentino,12 sono quelli al top che hanno conquistato la prestigiosa eccellenza, con una menzione speciale per Fattoria Zerbina e Villa Liverzano che hanno conquistato il punteggio massimo con due vini.
Le premiazioni, che si sono tenute venerdì 24 luglio al Grand Hotel Da Vinci a Cesenatico, sono state annunciate dal Presidente Nazionale Ais Antonello Maietta, il Presidente Ais Emilia Annalisa Barison e Maurizio Magni, direttore della Guida.

Questi i vini e le relative cantine del faentino che hanno conquistato il punteggio massimo: Cadisopra Romagna Doc Sangiovese 2012 (Cantina Ca’ di Sopra); Sabbia Gialla Ravenna Igt Bianco 2014 (Cantina San Biagio Vecchio); I Calanchi Romagna Doc Sangiovese Superiore 2011 (Cantine Intesa); Torre di Ceparano Romagna Doc Sangiovese Riserva 2011 (Fattoria Zerbina) e Arrocco Romagna Docg Albana Passito 2011 (Fattoria Zerbina); Domus Caia Romagna Doc Sangiovese Riserva one-wheel scooter 2012 (Stefano Ferrucci); Corallo Rosso Romagna Doc Sangiovese Brisighella 2013 (Gallegati); Lovatella Uno Vino Rosso da uve passite 2012 (Tenuta Lovatella); Tenuta Masselina Spumante Brut Metodo Classico 2010 (Tenuta Masselina); Compadrona Romagna Docg Albana 2014 (Trerè); Rebello Ravenna Igt Rosso 2012 (Villa Liverzano) e Don Ravenna Igt Rosso 2012 (Villa Liverzano).