“Biopertutti” in Emilia Romagna

Bologna - I prodotti biologici fanno bene all’ambiente e alla salute. E proprio per promuovere tra i consumatori una maggiore conoscenza delle caratteristiche nutrizionali degli alimenti “senza chimica” e favorirne il consumo, la Regione, attraverso un bando, ha assegnato  a Prober, l’associazione che riunisce i produttori biologici dell’Emilia-Romagna, un contributo di 94 mila euro. Serviranno per realizzare interventi di informazione e di promozione, con particolare riguardo alla  partecipazione a  mercati e  fiere specializzate. L’iniziativa  fa parte di “Biopertutti: il biologico in Emilia-Romagna" un progetto più ampio della Regione  che ha ottenuto il finanziamento del Ministero delle politiche agricole.
“Il biologico emiliano – romagnolo si colloca ai primissimi posti a livello nazionale ed europeo. Il nostro obiettivo - spiega l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni - è quello di consolidare questa posizione, utilizzando tutte le opportunità disponibili, nonostante le difficoltà di bilancio degli Enti locali e la riduzione del potere d’acquisto dei consumatori. Il progetto regionale “Biopertutti: il biologico in Emilia - Romagna”, valutato positivamente a livello ministeriale ed ammesso a finanziamento, rappresenta un concreto contributo in questa direzione e permetterà di avviare nei prossimi mesi interventi qualificati per far conoscere i tanti aspetti positivi dell’agricoltura biologica”.