Il 'DOC' Romagna sul web

Forlì - Un nuovo software cartografico per individuare interattivamente i confini territoriali del ‘DOC Romagna’: è il nuovo “servizio digitale” della Provincia di Forlì-Cesena, che rende raggiungibile sul web il migliore vino romagnolo. Dopo l’approvazione della nuova Denominazione di Origine “Romagna”, che accorpa in un unico disciplinare le precedenti denominazioni, la Provincia si è impegnata nella realizzazione di un nuovo software che permette di individuare i confini territoriali dei disciplinari di Denominazione di Origine Controllata (DOC) e di Indicazione Geografica Territoriale (IGT) per le produzioni vitivinicole del territorio. Lo stesso servizio consente di visualizzare anche i confini territoriali dell’olio “Colline di Romagna” DOP (denominazione di origine protetta).

Alcuni giorni fa si è tenuta in Provincia la presentazione tecnica della nuova applicazione cartografica, diretta in particolare alle associazioni di categoria del mondo agricolo, centri assistenza agricola, cantine sociali, enti di controllo. Il nuovo software è stato realizzato internamente dal servizio Sistemi informativi della Provincia di Forlì-Cesena, in collaborazione con l’ufficio Produzioni vegetali e schedario vitivinicolo del servizio Agricoltura.

Il servizio, utilizzabile tramite password dagli addetti ai lavori, consente di interrogare in maniera interattiva la cartografia dei disciplinari di denominazione DOC e IGT, permettendo di scomporre il territorio provinciale a più livelli: da planimetrie catastali a fotografie aree di diversi anni. Il tutto è finalizzato a favorire un’analisi completa e scrupolosa attraverso un’unica interfaccia grafica.

L’applicativo, così come progettato, è un sistema aperto e flessibile, una risposta concreta in linea con la scelta dell’Amministrazione provinciale di semplificazione amministrativa attraverso il potenziamento dei servizi online. Il servizio web agevola infatti il lavoro del personale tecnico e, garantendo un’azione sinergica tra i diversi attori di filiera, ottimizza il risultato per l’utente finale, tutelando anche in questo modo la provenienza geografica delle produzioni vitivinicole del territorio provinciale.

pubblicato il 19.03.2012