'Dire Fare Sognare!', Premio alla cultura del vino

Cinque nomi, cinque storie diverse, cinque modi di essere protagonisti dell’enogastronomia dell’Emilia Romagna. C’è chi lo fa nel proprio locale che è qualcosa di più di un ristorante, chi nella cattedra di un ateneo, chi dirigendo una scuola internazionale, chi in punta di penna, e ancora chi in una istituzione pubblica come la Regione. Tradotto in nomi: Giacinto Rossetti, ideatore e anima del Trigabolo ad Argenta nel ferrarese; Max Bergami docente dell’ateneo bolognese e fondatore del master wine & food; Luciano Tona Direttore dell’Alma Scuola internazionale di Cucina di Parma; Alessandra Meldolesi, giornalista food writer tra le più originali del territorio; Valentino Bega, dirigente della Regione Emilia da cinquant’anni nel settore agroalimentare (nella foto).
Sono loro i vincitori della prima edizione di “Dire Fare Sognare”: non un semplice premio tra i tanti, bensì il tributo a un territorio popolato di personaggi che hanno fatto della cultura del cibo e del vino il loro tratto distintivo. Quel tratto che rende unica l’Emilia Romagna, nel suo linguaggio (“Dire”), nel saper “Fare” e nell’essere un popolo di “Sognatori”. E di fronte a un premio con queste premesse la giuria non poteva che essere composta da tre nomi tra i più qualificati dell’Emilia Romagna: Lorenzo Frassoldati (giornalista), Andrea Grignaffini (critico enogastronomico), Giorgio Melandri (giornalista e degustatore). A sostegno dell’iniziativa Partesa Emilia Romagna per il vino, l’ambasciatrice enoica nelle sue migliori espressioni, punto di incontro tra chi il vino lo produce e chi lo fa bere. Un’impresa iniziata nel 1998, oggi evoluta in un progetto culturale rivolto ai protagonisti del panorama enogastronomico dell’Emilia Romagna.

Due i momenti di “Dire fare sognare!”: il riconoscimento che premia il lavoro di tre operatori di ogni provincia emiliano romagnola, da Piacenza a Rimini, scelti tra ristoratori, baristi, enotecari e torrefattori (emergente, narratore, sognatore); il riconoscimento a cinque personaggi che con modalità diverse si sono distinti nella promozione della cultura enogastronomica della nostra regione.

La giornata di premiazione avverrà lunedì 28 maggio 2012 a partire dalle 16,30 nella Terrazza Bartolini a Milano Marittima (Via Leoncavallo, 13). Seguirà una cena a buffet con menù a base di pesce (su invito).



pubblicato il 24.05.2012