Coldiretti: a Natale boom di vini “Made in Italy”

Roma - Vola il “Made in Italyenogastronomico all’estero durante festività. Lo afferma la Coldiretti che ha stimato nel 10% in più la presenza di vini e spumanti, nonché di prodotti alimentari (formaggi, panettoni, pasta) sulle tavole di tutto il mondo. La parte del leone, in questo Natale, spetta allo spumante, che segnerà un incremento record del 21% nell’export. Un successo frutto della forte crescita in Germania (+10%), principale importatore, seguito da Stati Uniti (+15%), Regno Unito (+ 30%) e dalla novità Russia (+200%). Si stima che complessivamente saranno circa 150 milioni le bottiglie di spumante “Made in Italy” consumate all’estero nel 2010 su una produzione complessiva di circa 340 milioni. Sempre secondo i dati della Coldiretti, il settore vini registrerà un incremento dell’export del 9%, con un fatturato sui mercati esteri di circa 3,5 miliardi di euro.
Dai dati della Cia, l`Italia, con circa 175 milioni di bottiglie, dopo la Francia con 197 milioni di bottiglie e prima della Spagna con 157 milioni, è il secondo paese al mondo per l`esportazione di "bollicine". Più di 2,7 miliardi di euro il giro d`affari globale, così suddiviso nel 2009: oltre 329 milioni le bottiglie vendute, 305 milioni (92,5% del totale) con metodo Charmat-italiano (Asti, Prosecco), 24 milioni (7,5% del totale) con metodo classico (Trento Doc, Oltrepò Pavese, Franciacorta).