Cesena "capitale" col Dire Fare Sognare

Cesena – La città malatestiana per un giorno è stata la capitale regionale dell’enogastronomia. Lo ha fatto ospitando la sesta edizione del “Dire Fare Sognare” riconoscimento ai protagonisti della cultura del cibo e del vino dell’Emilia Romagna. Ideato da Alessandro Rossi di Partesa, l’evento ha visto salire sul palco del Teatro Verdi i principali interpreti della cucina regionale scelti dalla giuria composta da Andrea Grignaffini, Elsa Mazzolini e Alessandra Meldolesi.

Due i momenti del “Dire Fare Sognare”. In primis la consegna un riconoscimento a un ristoratore per ogni provincia emiliano romagnola: Michele Balocchi “La dispensa dei Balocchi” (Piacenza); Trattoria i du Matt (Parma); Stefania Lombardi “Locanda da Piera” (Reggio Emilia); Bernardo Paladini “La Franceschetta58” (Modena); Daniele Bendanti “Ristorante Oltre” (Bologna); Sara Mantarro “Il Sorpasso” (Ferrara); Marcello e Gianluca Leoni “Osteria Casa di Mare San Domenico” (Forlì); Irvin Zannoni “La Capannina” (Ravenna); Mariano Guardianelli e Camilla Corbelli “Abocar due Cucine” (Rimini). Unico premio fuori regione Daniele Patti e Matteo Ambrosini “Lo Scudiero” (Pesaro).

Insieme a loro 5 premi speciali ad altrettante figure del territorio: Luigi Sartini, chef del Ristorante Righi a San Marino, stella Michelin dal 2008, cresciuto sotto l’ala di due must della cucina italiana come Gino Angelini e Gualtiero Marchesi, premiato da Elsa Mazzolini; Ido Migliari, uno dei decani della cucina ferrarese, prima con l’Osteria da Ido e oggi nella trattoria La Chiocciola, in un percorso arrivato alla terza generazione che continua a stupire, premiato da Alessandro Rossi; il San Domenico di Imola, quasi cinquant’anni di storia alle spalle, 44 dei quali sotto il segno della prestigiosissima guida Michelin, premiato da Alessandra Meldolesi; Ciro Fontanesi docente nella prestigiosa scuola di Alma, premiato da Andrea Grignaffini; Maria Chiara Zucchi, ideatrice del progetto sulla sicurezza a tavola che ha svolto centinaia di corsi di formazione a ristoratori, chef e personale di sala, insieme all’agenzia di formazione sanitaria Salvamento Academy, premiata da Massimo Reggiani di Partesa.