Cab Terra di Brisighella lancia due vini cru

Lunedì 21 luglio, presso la sede della C.A.B. Terra di Brisighella, a partire dalle 20.30, sono state presentate le nuove produzioni vinicole Impronta dei Gessi - vino rosso annata 2011 e Impronta dei Gessi – Albana DOCG annata 2011. Entrambi i vini rappresentano il frutto del progetto l’Impronta, sostenuto dalla Cooperativa Brisighellese in collaborazione con l’Università di Milano e nascono da un dettagliato studio di zonazione effettuato nel territorio di Brisighella tra il 2007 e il 2009, volto ad individuare dei veri e propri cru dove si esprimono al meglio le vocazionalità del Sangiovese e dell’Albana.

La serata, che ha coinvolto fornitori e clienti della Cooperativa brisighellese, è stata introdotta dal presidente Sergio Spada e ha visto gli interventi della responsabile commerciale M. Cristina Tedesco e del responsabile di progetto Paolo Babini. Quest’ultimo in particolare ha introdotto e guidato i presenti alla degustazione dei nuovi vini in abbinamento a cibi di qualità tipici del territorio.

“Grazie allo studio di zonazione effettuato sul territorio - ha spiegato Babini - è stato possibile individuare tre microaree e organizzare una scala gerarchica delle vocazionalità del territorio”. Una prima microarea, soprannominata ‘delle argille’, orientativamente tra Brisighella e Faenza, è caratterizzata da calanchi calcarei con elevate sommatorie termiche. Si passa poi alla microarea ‘dei gessi’, ambiente molto particolare a ridosso della vena del gesso capace di trasmettere ai propri vini un carattere di assoluta originalità e infine la zona ‘delle arenarie’, che comprende tutte le altitudini più elevate, che si distinguono per formazione marnoso-arenacea. “In attesa di produrre un singolo prodotto per ogni microcarea e di pubblicare un intero volume dedicato al progetto – ha continuato Babini -, per l’annata 2011 si è scelto di produrre vini per la vena dei gessi, la zona più particolare”.

Nasce così da vitigni sangiovese, il vino rosso L’Impronta dei Gessi 2011, di carattere austero, tannino fitto e maturo, aroma tipico di ciliegia e viola matura con rimandi di terra e bosco. Le uve, raccolte a maturazione avanzata, subiscono macerazione a contatto con le bucce per 30 giorni. Il vino si ‘eleva’ poi in piccole botti dove resta a riposo per un anno. Da vitigni di Albana prende vita invece L’Impronta dei Gessi Albana DOCG 2011, un vino longevo di grande alcolicità bilanciata da importate acidità e tannino, al naso aromi tipici di frutta matura (pesca e miele di zagara), fresco al palato, di colore giallo dorato. Caratteristiche che lo rendono ideale accompagnato da paste ripiene, zuppe di pesce e carni bianche arrosto.