L'unione a tre partorisce 'Assieme'

Castelbolognese (Ra) - Si chiama ‘Assieme’ e promette di avvicinare produttori e consumatori, rendendo disponibili vini di qualità e gusto ad un prezzo contenuto grazie all’utilizzo della ‘filiera corta’.
Il progetto, che debutta in questi giorni sugli scaffali delle Coop italiane, è il frutto della Filiera Cooperativa del vino, che vede il Gruppo Cevico protagonista in Romagna, insieme a Coop Adriatica e Legacoop. Su scala nazionale, il progetto mette in rete grandi gruppi cooperativi del vino: Cantine Riunite & Civ, Le Chiantigiane, Cantina Tollo, GIV (Folonari) e Moncaro, oltre naturalmente a Gruppo Cevico.
Due le referenze che il gruppo romagnolo ha creato per il progetto ‘Assieme’: un blend di Sangiovese e Merlot e uno di Trebbiano e Chardonnay, entrambe a Indicazione Geografica Protetta, risultando migliore secondo i test sensoriali e qualitativi effettuati in collaborazione con l’Università di Bologna.
I due vini saranno presenti in Romagna nei canali distributivi di Coop Italia con il marchio “filiera cooperativa”, a testimoniare il legame tra il lavoro della cooperazione agroalimentare e quello della cooperazione di consumatori.
Cardine di questi vini, infatti, è il percorso di filiera ‘corta’: le uve vengono raccolte dai produttori agricoli soci, vinificate nelle cantine cooperative, imbottigliate presso Cevico e infine trasferite ai negozi Coop. Saltando quindi ogni intermediazione che ne aumenta i costi.
Pensato su scala nazionale il progetto ‘Assieme’ mette in rete 12 nuovi vini provenienti da cinque regioni italiane vocate (Emilia-Romagna, Toscana, Veneto, Marche, Abruzzo), a cui fanno riferimento i gruppi cooperativi (Gruppo Cevico, Cantine Riunite Civ, Le Chiantigiane, GIV (Folonari), Cantina Tollo, Moncaro). L’iniziativa realizzata per mettere a disposizione del consumatore prodotti territoriali, garantiti e di qualità ai minori costi possibili, valorizza anche alcuni aspetti dell’agroalimentare e della distribuzione cooperativa poco noti ai consumatori: il lavoro attento nei campi e nelle cantine, il legame con il territorio, la qualità e la salubrità delle produzioni, la filiera corta, la tracciabilità.
Per rendere espliciti questi valori, è stato scelto ‘Assieme’, un principio fondamentale del cooperare, accompagnato da alcuni simboli evocativi del vino come prodotto agricolo e del lavoro umano. Una particolare attenzione è stata riservata all’informazione al consumatore - sui luoghi, sui vitigni e sulle tecniche di produzione - valorizzando in etichetta anche il nome della cantina produttrice, oltre a quello di ‘filiera cooperativa’ che ha fatto il suo debutto lo scorso anno con i principali prodotti dell’ortofrutta nazionale.
Questa la gamma completa dei vini di “Assieme”: dalla Romagna Trebbiano Chardonnay Rubicone igt e Sangiovese Merlot Rubicone igt (Cevico); dall’Emilia Lambrusco Reggiano doc amabile e Lambrusco di Sorbara doc secco (Cantine Riunite & Civ); dalla Toscana Trebbiano Chardonnay Maremma Toscana igt e Vermentino Maremma Toscana igt (Le Chiantigiane); dall’Abruzzo Cococciola Pecorino Terre di Chieti igt e Rosato igt Terre di Chieti (Cantina Tollo); dal Veneto Merlot delle Venezie igt Folonari e Chardonnay delle Venezie igt Folonari (Gruppo Italiano Vini); dalle Marche Sangiovese Cabernet Sauvignon Marche igt e Trebbiano Passerina Marche igt (Moncaro).


pubblicato il 20.06.2011