Metti l’Artusi a cena... con una blogger

Forlimpopoli – L’eredità culturale di Pellegrino Artusi passa dai fornelli e dai libri di tutto il mondo, ma anche da grandi manifestazioni e dalla comunicazione moderna dei blog. Pellegrino Artusi può essere addirittura considerato un foodblogger ante litteram e Casa Artusi a Forlimpopoli, sua città di origine, promuove e sostiene le iniziative che nascono in nome della diffusione della cucina domestica.
 
Come ha fatto per “Metti l’Artusi a cena”, contest organizzato nelle settimane scorse dall’associazione ‘Calendario del Cibo Italiano’ per celebrare gli insegnamenti del grande gastronomo.
Per l’occasione, 10 blogger appassionati di cucina tradizionale italiana e aderenti alla community ‘Il Calendario del cibo italiano’ si sono sfidati nel preparare una cena con almeno tre portate (un primo piatto e altri due), tutte ispirate alla filosofia e all’opera di Pel12legrino Artusi e tratte dal suo manuale “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”.
 
Ad aggiudicarsi il podio è stata Cecilia Bendinelli, del blog Kitchening, che ha preparato un menù composto da ben sei ricette artusiane: un incipit di Crostini di fegatini di pollo (ricetta n. 110) e un primo piatto di Zuppa di zucca gialla (ricetta n.34), come secondi piatti Piccione coi piselli (ricetta n. 354) ed Arista (ricetta n. 369), per finire in dolcezza Gelato di limone (ricetta n. 754) e Gelato di pesche (ricetta n. 757).
A decretare questo menù come il migliore fra quelli in gara, è stata una giuria formata da Sergio Rossi, direttore del Conservatorio delle Cucine Mediterranee di Genova e studioso delle tradizioni gastronomiche delle comunità, e dalla antropologa e blogger Alessandra Guigoni. La vincitrice si è aggiudicata un corso nella Scuola di Cucina di Casa Artusi.
 
Il Calendario del Cibo italiano diffonde la cultura e la tradizione gastronomica dell’Italia, attraverso l’istituzione di un calendario in cui si celebrano, in 366 giornate e 52 settimane nazionali, i piatti italiani e i prodotti più tipici, scelti sulla base della loro diffusione e dei loro legami con la cultura popolare e organizzati sulla base del calendario delle stagioni e delle ricorrenze liturgiche o istituzionali.
Il calendario del cibo italiano conta una community oltre 100 foodbloggers, selezionati personalmente sulla base di ottime competenze nel campo della comunicazione sul web, una buona presenza sui social e una solida cultura di base, con peculiare riferimento al mondo del cibo.