Andy Luotto sposa Cous Cous e il Fortana

Ferrara - Un prodotto, il Cous Cous, tra i più conosciuti al mondo, per la qualità del gusto unita alla facilità nella preparazione. Un vino, il Fortana, il più rappresentativo delle sabbie ferraresi, specchio di un territorio e di una storia. Cous Cous e Fortana, si sposano. Lo faranno al Vinitaly a Verona martedì 27 marzo 2012 alle 12,30 (spazio Enoteca Emilia Romagna Padiglione 1). A celebrare il loro matrimonio sarà uno chef conosciuto al grande pubblico: Andy Luotto. A promuovere l’evento sono il Consorzio di Tutela dei Vini del Bosco Eliceo, la Strada dei vini e dei Sapori di Ferrara, in collaborazione con la filiera ‘Oro D’Argenta. A presentare la degustazione, oltre a Luotto, saranno due grandi esperti del panorama enologico: Marco Sabellico del Gambero Rosso, e Nino Aiello della ‘Guida ai Vini d’Italia’.

Il Cous Cous, alimento dalla lunga storia alle spalle, ha trovato ad Argenta, nel ferrarese, un potente bacino di produzione in un progetto di filiera corta. Protagonisti della filiera ‘Oro d’Argenta’ sono le imprese agricole del territorio e delle Valli del Mezzano, fra cui la capofila Cooperativa Agricola Giulio Bellini. Aziende che, con il loro costante impegno nel trasformare queste terre di confine in campi fertili, hanno creato un vero e proprio granaio del nord Italia da cui si ricava farina, semola e ora anche enormi quantità di Cous Cous per i mercati interni e l’export.

Integrata in questo progetto di filiera anche la Bia Spa di Argenta, azienda leader nella produzione di Cous Cous convenzionale e biologico certificato. La Bia nasce otto anni fa con l’acquisizione di un ramo d’azienda del Pastificio Bacchini di Lavezzola (Ra), primo in Italia a lanciare il Cous Cous. Ottenuto dal grano coltivato nelle valli ferraresi, il Cous Cous prodotto dalla Bia esprime tutto il valore e la cultura di questo territorio, garantendo la qualità del prodotto in tutte le sue fasi, dalla coltivazione alla vendita. Il vino in abbinamento, invece, è il Fortana, il più rappresentativo del territorio ferrarese, rosso leggermente frizzante.

pubblicato il 20.03.2012