Andrea Guolo Premiato cronista dell’anno

Bologna - Andrea Guolo (nelle foto), giornalista, segretario di Arga Interregionale (Associazione Interregionale Giornalisti Agricoltura Alimentazione), e autore di “Mafie in pentola. Libera Terra, il sapore di una sfida”, è stato premiato sabato 26 novembre a Milano (Circolo della Stampa) come vincitore del premio “Cronista dell’anno 2011”, dedicato alla memoria di Guido Vergani. Si è imposto nella sezione carta stampata, quale autore di una serie di servizi pubblicati dal settimanale La Conceria sulle scarpe tossico/nocive vendute nei negozi della Chinatown milanese. Il premio è stato consegnato dal direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli (presidente della giuria) e dalla presidente del Gruppo Cronisti Lombardi, Rosi Brandi.
Per l’autore si tratta del terzo riconoscimento del 2011, dopo il premio “Penna d’Oca”, primo classificato nella sezione editoria (con Gian Omar Bison), per il libro “Uomini e Carne. Un viaggio dove nasce il cibo” (editore Franco Angeli), e dopo essere stato finalista al premio “Comunicare la coscienza imprenditoriale” con un capitolo di “Mafie in pentola”, dedicato al vino Centopassi e titolato “La mafia passa, il vino resta”.
“Con emozione e gratitudine ricevo questo premio importantissimo - dichiara Andrea Guolo, - che è il risultato di un bel lavoro di squadra. C’è un forte collegamento tra il mio impegno professionale nei due diversi ambiti, moda e cibo: la passione nel raccontare e documentare il lavoro che sta alla base di un prodotto, la necessità di informare il consumatore su ciò che acquista e il rischio che un acquisto inconsapevole possa avvantaggiare la criminalità organizzata. Sono le stesse motivazioni che stanno alla base del testo di Mafie in pentola”.


pubblicato il 29.11.2011

da
emiliaromagnavini@gmail.com