Al via da domani sera il Romagna Wine Festival

Cesena – Il festival enogastronomico romagnolo per eccellenza sta per cominciare!

Si parte domani, venerdì 6 marzo, alle 18 con gli Aperid’Hoc, incontri davanti al bicchiere nei locali del centro storico in compagnia dei vignaioli cesenati e romagnoli che illustreranno e faranno degustare i loro vini con particolare riferimento ai vitigni del territorio. Otto sono i locali del centro interessati: Zampanò incontrerà i vini di Podere Palazzo, da Cenè saranno protagonisti i vini de La Grotta, mentre da Anita in città si potranno degustare i vini di Cantina Braschi 1949 e di Stefano Zavalloni. I vini di Terra della Pieve caratterizzeranno le degustazioni da Ghigo, alla Maison Lulù i protagonisti saranno invece i vini della Tenuta de Stefenelli, mentre da Mamo si potranno degustare i vini della Tenuta San Martino. Il metodo classico del Consorzio produttori Vino e Olio di Cesena si potrà degustare all’enoteca Vivì, mentre i vini della Tenuta Casali si potranno assaggiare da Caffeina.
 
Gli appuntamenti proseguono sabato 7 marzo, primo giorno di degustazioni con oltre 200 etichette e prodotti e tipicità gastronomiche a palazzo del Ridotto. Qui alle ore 18 è prevista l’inaugurazione sulle note della Traviata e della musica meccanica degli organetti dell’Ammi (Associazione Italiana Musica Meccanica). In occasione dell’inaugurazione verranno presentate tre etichette realizzate da tre artisti romagnoli,  Stefania Albertini di Cesena, Giulio Neri di Rimini, Parmarè di Ravenna, create appositamente per il Romagna Wine Festival.
Sabato parte anche il Food market con i sapori di Romagna in via Zeffirino Re e al Foro Annonario. Alle 11,00 si prosegue con Sangue di Giove’, passeggiata e narrazioni sulla Cesena delle osterie e dei luoghi del vino in compagnia del giornalista studioso di storia locale Gabriele Papi. La partecipazione è gratuita e il ritrovo è di fianco al Palazzo del Ridotto.
Dalle 11,45 da Zampanò (Corso Garibaldi 52) la giornalista Alessandra Meldolesi e l’appassionato di cucina Alessandro Rossi presentano il volume scritto a quattro mani, ’52 TrattOsterie della Romagna’.
Il pomeriggio comincia, dalle 15,00 al Foro Annonario, con una Degustazione di bollicine e assaggi in collaborazione con i ristoranti del Foro (costo 10 euro con calice da degustazione, degustazioni libere di vino e sorprese in abbinamento). Gli appuntamenti al Foro proseguono in un estemporaneo allestimento a teatrino, realizzato con imballaggi di legno a cura del Consorzio Rilegno, che ospiterà il premio ‘Chef per un giorno’ dove concorreranno fra loro otto chef dilettanti selezionati fra i concorrenti del programma TV Cook Academy di Teleromagna”. 
Alle 15,30 appuntamento alla Malatestiana, con ‘Il contadino manager nel labirinto della comunicazione: dalla carta alla rete, vino in bilico fra opportunità e disorientamento nell’era del 2.0’, un convegno di caratura nazionale aperto ai temi della comunicazione del vino con approfondimenti tecnici e tematici, interventi dei protagonisti della filiera, contributi da parte delle istituzioni e stimoli dalla stampa specializzata nazionale.
A conclusione del convegno, verrà consegnato il riconoscimento “Profeta in patria”, il premio ormai tradizionale offerto dal Festival a illustri personaggi del territorio, che quest’anno va allo chef stellato Paolo Teverini. Il festival prosegue domenica 8 con un ricco calendario di degustazioni e di appuntamenti correlati.
  
Un Festival green
L’ecosostenibilità accompagna ogni momento del Festival con allestimenti ed eco-installazioni realizzati con imballaggi di legno, in collaborazione con il Consorzio Rilegno, che si occupa di raccolta, recupero e riciclaggio degli imballaggi in legno, il pool di architetti LaPrimaStanza e l’azienda Casadei Pallets. Anche i premi, che saranno destinati ai vincitori del Derby del Sangiovese saranno realizzati con legno riciclato inciso a laser dall’azienda cesenate Laser Services. A suggello del green, l’auto ufficiale della manifestazione sarà una Ford Mondeo Hybrid della Concessionaria Ferri di Cesena.