A Tonino Guerra il Premio Galvanina

Pennabilli - A Tonino Guerra – premiato ai Writer Guild Awards 2011 di Hollywood come miglior sceneggiatore del mondo, già premio David di Donatello e premio Flaiano alla carriera - va quest’anno il Trofeo Galvanina istituito nell’ambito dell’ 11° Festival della Cucina Italiana, patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
Il riconoscimento per colui che non solo ha firmato oltre 120 sceneggiature di capolavori come Amarcord, Uomini e Lupi, Casanova 70, Blow up, ma che è scrittore, autore, poeta, pittore di straordinaria levatura, gli sarà consegnato nel Castello Brancaleoni di Piobbico lunedì 17 ottobre 2011 alle 12.

Un evento, quello del Festival (15-17 ottobre), che ha la finalità di valorizzare le eccellenze enogastronomiche nazionali: e proprio in virtù di questo obiettivo ha istituito questo premio, in quanto è la cultura che sta alla base di ogni progetto di valore a conferirgli spessore e significato.

Tonino Guerra, inoltre, ha prodotto una serie infinita di opere pittoriche e di manufatti (madie, arredi, statuette), strettamente riconducibili al vasto mondo, ora sempre più qualificato, della grande cucina.

Al termine della cerimonia il Maestro Gianfranco Vissani si onorerà di preparare un pranzo esclusivo a cui parteciperanno anche giornalisti e chef provenienti dall’Italia e dall’estero.

Intanto, nei giorni di sabato e di domenica, mentre le vie del borgo ospiteranno degustazioni di cantine locali, mentre nella piazza di Piobbico si svolgerà una mostra mercato di prodotti dell’agroalimentare e dell’artigianato, il Castello Brancaleoni aprirà gratuitamente al pubblico le proprie 100 stanze dedicate ciascuna a un prodotto del vasto patrimonio enogastronomico italiano.

Acqua Minerale e Bibite Bio, cioccolato d’autore, ostriche biologiche Picene, caviale italiano, prosciutti stagionati fino a 50 mesi, tonno e carni di Calabria, vini blasonati, tartufo marchigiano, birra artigianale, aceto balsamico, mostarde, sott’oli, sigari toscani e molto altro ancora saranno a disposizione del pubblico in una kermesse quest’anno resa più importante da un testimonial d’eccezione come Tonino Guerra, la cui presenza rende più tangibile il connubio tra mondo culturale e mondo produttivo.


Info: www.festivaldellacucinaitaliana.it

Pubblicato il 06.09.2011